Area didattica

SAI COSA SONO LE CELLULE STAMINALI E COME SI DONANO ?

“SE CI SIAMO…POSSONO TROVARCI”

Collaborazioni e Patrocini: Regione del Veneto, Azienda ULSS2 “Marca Trevigiana”, Istituto Pittoni di Conegliano,  MIUR Regionale per la diffusione del progetto in tutti gli Istituti

OBIETTIVI SPECIFICI DEL PROGETTO

La nostra  Associazione,  da anni impegnata a promuovere la conoscenza e  la donazione di cellule staminali del midollo osseo e del sangue cordonale,  intende realizzare una nuova campagna di comunicazione per la  conoscenza e la donazione di cellule staminali emopoietiche.  L’esperienza acquisita in questi anni duranti gli incontri con gli studenti degli istituti superiori e l’indagine realizzata sulla conoscenza della tematica mediante questionari (1500), i cui risultati sono stati oggetto di tesi di laurea da parte di uno stagista dell’Università Ca’ Foscari di Venezia,   ci suggeriscono la realizzazione di  un percorso  di comunicazione innovativo nella forma e negli strumenti operativi messi a disposizione online.

I materiali multimediali comprendono:

  • Un trailer breve con i messaggi chiavi delle donazioni che vede protagonisti gli studenti che hanno già aderito al percorso di iscrizione al Registro Nazionale dei donatori;
  • Un Video realizzato dai docenti che introducono la tematica sociale e sanitaria e l’importanza delle donazioni non solo a scopo terapeutico trapiantologico ma come veicolo di integrazione sociale e culturale, nella seconda parte gli studenti rispondono alle domande più comuni sulle donazioni e sui trapianti;
  • Approfondimento con diapositive che illustrano in breve la biologia delle cellule staminali, le donazioni e i trapianti
  • Sul sito internet dell’Associazione i docenti potranno trovare un’area didattica con tutti i materiali di approfondimento che vengono aggiornati periodicamente.
  • L’Associazione mette a disposizione personale per gli incontri presso gli istituti scolastici che vogliamo approfondire le tematiche.

L’obiettivo  primario è incrementare le donazioni solidali affinchè tutti i candidati al trapianto, che non hanno in famiglia un donatore compatibile,  lo trovino presso i registri nazionali e le banche del sangue cordonale.

Il secondo obiettivo è stimolare l’interesse dei più giovani nei confronti del tema e dei valori del dono  intesi anche come legame tra individui ed etnie  diverse e ad educare alla solidarietà.

Inoltre vuol essere  un invito a riflettere sul significato e sul valore della gratuità e del dono nella società attuale, sia per quanto rappresenta sul piano generale di una maturazione etica e culturale dei singoli individui, sia come gesto del quale potrebbe beneficiare chiunque: una tematica che potrà essere raccontata dalla parte delle persone sane – la bellezza del donare che gratifica e può cambiare e migliorare  la vita – o dalla parte dei malati e di chi aspetta una donazione.

Un altro aspetto che l’Associazione invita a sviluppare è la trasversalità del dono: gesto volontario, anonimo e gratuito, lo si compie senza sapere a chi potrà essere destinato. E oggi assume grande importanza anche la tematica della transculturalità e della promozione della donazione anche verso coloro che provengono da altri Paesi e da altre culture, affinché tutti i pazienti candidati al trapianto – anche quelli con genotipo differente dal nostro, caucasico, e affine invece a quello dei propri connazionali, trovino una donazione geneticamente compatibile per essere curati presso i nostri Centri di Trapianto regionali che sono un fiore all’occhiello della sanità veneta alla quale afferiscono pazienti da altre Regioni e Paesi.

1- TRAILER BREVE

 

Dalla donazione al trapianto

 

Le Conclusioni dell’ indagine statistica condotta dall’Università Ca’ Foscari di Venezia

 

MATERIALI

 

DISPENSA ISS 1

DISPENSA ISS 2

CSE, conoscerle per ridare la vita

Cosa sono le cellule staminali

Guida per i donatori

VIDEO – The Wyverns & Sonohra per ADMOR